Marko Pogačnik

Ho avuto l’ispirazione di creare i laboratori telepatici dopo il primo lockdown in Slovenia, a fine febbraio 2020. Prima ero abituato a viaggiare quasi costantemente da marzo a dicembre ogni anno per fare, insieme a molti di voi, il lavoro geomantico: una sintesi di lavori di guarigione della Terra e lavori di geomanzia, per dare supporto al processo di trasformazione della Terra in corso. Il lavoro sul posto potrebbe essere ancora possibile in futuro – come quest’anno tra agosto e ottobre – ma probabilmente non sempre sarà fattibile.

Non dovremmo quindi esitare a sviluppare delle forme di lavoro geo-culturale che non dipendono dal trasporto pubblico e dalle relazioni da persona a persona e dai media elettronici. Sono consapevole che i laboratori telepatici che si svolgono quest’anno non sono completamente indipendenti da internet. Credo però che siano una preparazione valida per un periodo in cui internet potrebbe essere muto. La cosa che rimane dipendente da internet è il programma dei laboratori, anticipatamente preparato e tradotto nelle varie lingue. Ci aiuta a eseguire il laboratorio anche se ci troviamo in località differenti e in diverse zone del fuso orario. Queste differenze non sono problematiche; sono piuttosto benefiche poiché i partecipanti in questo caso sono distribuiti ampiamente nello spazio e nel tempo, il che significa un maggiore campo d’azione del laboratorio. Con l’anno 2020 siamo ovviamente entrati in una fase più drammatica della trasformazione della Terra. Ma noi, come rete per la Vita (LifeNet), non dovremmo smettere di sostenere Gaia e il mondo elementare nei loro sforzi di conservare il filo della Vita, aprendo il futuro alla nostra amata Terra e al suo prossimo passo evolutivo. Qui di seguito alcuni suggerimenti su come partecipare ai laboratori telepatici:

1

Usa la prima sequenza del laboratorio, la sintonizzazione, per radicarti: vuol dire sentirsi connesso all’intera sfera della vita che si estende, visibile ed invisibile, intorno a te.

2

Sii sempre consapevole che non sei da solo con il lavoro, che ci sono altri che stanno facendo lo stesso laboratorio, con lo stesso ritmo temporale. Sentiti connesso al gruppo come se fossimo tutti in piedi o seduti in cerchio, sostenendoci a vicenda. Immagina che siamo presenti all’interno di uno spazio sferico, comune per tutto il gruppo. Questo spazio è fatto di membrane finissime.

3

È importante sapere che le immaginazioni usate durante i laboratori telepatici non sono visualizzazioni. Usare le visualizzazioni implica che ti trovi fuori dalle immagini create, mentre nel caso delle immaginazioni dovresti muoverti all’interno delle immagini che crei, con la forza del tuo amore e della tua presenza. L’immaginazione è uno strumento cosmico che viene usato anche da esseri di altre dimensioni per creare la realtà della vita.

4

Se ti senti perso durante il laboratorio, torna per un attimo dentro al cerchio iniziale e nello spazio che è stato creato per il lavoro. Tieni presente che non ci sono solo i partecipanti umani, ma anche quelli dei mondi elementari e spirituali che abbiamo invitato all’inizio.

5

Ogni sequenza del laboratorio telepatico inizia con una breve spiegazione per soddisfare la mente razionale. Poi ci sono le spiegazioni degli esercizi che dovresti leggere e memorizzare. Dopo di che dovresti dimenticarti più che puoi della tua testa. Sii presente nel tuo cuore mentre esegui l’esercizio proposto.

6

Sii aperto a eventi inattesi, anche se sono diversi da quelli che la tua mente pensa possano accadere dopo la lettura delle istruzioni. Sentiti libero di co-creare il lavoro con il tuo contributo, il quale è unico. Se leggi le relazioni dopo i laboratori telepatici, ti rendi conto che quasi tutti i partecipanti hanno contribuito con un aspetto differente al tema dato. Questa varietà creativa è uno dei vantaggi dei laboratori telepatici. Immagina che gli esseri, elementari e di altro tipo, siano coloro che costantemente costruiscono l’unità della nostra azione in base ai nostri contributi.

7

Se ti blocchi durante l’esercizio puoi usare il canto armonico per superare l’ostacolo. Canta ad alta voce le vocali o altri suoni che ti sembrano appropriati per la situazione. Può essere d’aiuto anche se vieni disturbato da strane irruzioni nel tuo campo di immaginazione.

8

Nel caso ti dovessi sentire perso, ricordati del tuo radicamento e sappi che le persone che hanno creato il laboratorio sono sempre presenti, ti puoi quindi rivolgere a lei o a lui. Per questo motivo il nome della persona responsabile è sempre scritto all’inizio del programma del laboratorio.

9

Di solito, accanto alla data del laboratorio, viene fornita la data in cui il lavoro viene ripetuto. Questo non è diretto solo a coloro che non hanno avuto tempo nella prima data; è pensato anche per quelli che hanno già partecipato al laboratorio ma vogliono approfondire le loro esperienze in certi punti.

10

Tieni un quaderno per gli appunti alla mano per annotare brevemente le tue esperienze durante il laboratorio. Di solito sono molto sottili e possono essere dimenticate velocemente. Dopo devi scrivere le esperienze sul computer. Condividile per favore con gli altri  partecipanti tramite internet.

La mia esperienza mi dice che l’uso dei media elettronici per comunicare funziona solo tra gli esseri umani. Esseri di altre dimensioni, co-creatori della vita sulla Terra, ne hanno un approccio molto limitato: succede solo attraverso la sintonizzazione con la coscienza della persona in questione. La loro collaborazione diretta con gli esseri umani ai processi creative non è possibile in questo caso. Usare la forma telepatica per i laboratori (in combinazione con l’informazione digitale) consente anche a esseri di altre dimensioni di collaborare con la famiglia umana. Questa è una strada importante verso il futuro. Sentiti libero di usare il formato del lavoro telepatico. Crea piccoli gruppi, o persino gruppi nazionali, cerca di capire cosa vorresti percepire o su cosa lavorare, invita altre persone di cui ti fidi, crea il programma… Non devi permettere, neanche in situazioni di lockdown, che il diritto alla comunicazione da cuore a cuore ci venga tolto.

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments