Domenica, 11 ottobre dalle 20.00 alle 21.35

Dedicato alle sfide del momento e alla questione di come vogliamo sviluppare la nostra rete.

Questo laboratorio verrà ripetuto Sabato, 17 ottobre dalle 9 (del mattino!)

La combinazione della “pandemia covid” e l’accelerazione dei “cambiamenti climatici” insieme alla crisi dell’immigrazione e l’ascesa di regimi dispotici che non hanno a cuore i problemi ecologici potrebbero causare in breve tempo il collasso dei sistemi vital-energetici della Terra. Dobbiamo supportare Gaia e i suoi mondi elementari affinché il Filo della Vita rimanga salvaguardato.

Il laboratorio si basa sulla comunicazione telepatica, siete liberi di scegliervi il posto dal quale volete partecipare.

Le versioni di questo laboratorio in tedesco, sloveno, russo, francese, spagnolo, ebraico e inglese sono sulla pagina web di LifeNet Gathering 2020:

www.lifenet.si/meditations/ oppure su www.lebensnetz-geomantie.de
In italiano si trova sulla pagina di Cosmogea: www.cosmogea.it

Il programma è stato preparato da Marko Pogačnik, artista UNESCO per la Pace e ambasciatore di buona volontà dell’ ONU.

Potete invitare amici o collaboratori fidati mandando loro questo programma per e-mail.

Non preoccupatevi della differenza di fuso orario. Lavoriamo in sintonia con il sole, quindi inizia l’11 ottobre alle ore 20.00 del vostro fuso orario. Tieni vicino il programma stampato oppure sul cellulare/computer in modo di poterlo seguire.

20.00 – 20.10 Sintonizzazione del gruppo

  1. Nonostante il fatto che siamo distribuiti in tutta Europa e oltre, sentiamo che la nostra comunità si è riunita grazie al nostro amore per la Creazione terrestre e per il nostro comune sentimento di responsabilità per la vita sulla Terra.
  2. Ora dobbiamo creare uno spazio composto da membrane eteriche nel quale il nostro laboratorio si svolgerà. Chiedi che queste membrane ci proteggano e ci nascondino dalle forze che cercano di invertire il cammino evolutivo della Terra e dell’umanità e che vogliono bloccare i nostri sforzi creativi.
  3. Chiediamo il sostegno e la cooperazione di tutti gli esseri dei diversi regni della Terra che garantiscono lo sviluppo della vita sulla Terra.
  4. Usa il canto armonico quando senti di farlo, magari usando le vocali, particolarmente nel momento in cui il tuo lavoro si blocca!

20.10 – 20.25 Primo esercizio

A causa della situazione critica descritta sopra si potrebbe immaginare che la continuazione della vita sulla Terra non seguirà una via lineare ma che farà piuttosto un salto quantico su un altro livello di frequenza. Possiamo usare il seguente esercizio per sperimentare e di conseguenza incarnare questo nuovo livello sul quale l’organismo vitale della Terra funziona già.

  1. Immaginati di stare su un pezzetto di suolo che non sia molto più grande di quello che occupano i tuoi piedi. Intorno a te si estende dell’acqua fredda che sembra essere bollente. Prenditi tempo per entrare nella sensazione corrispondente.
  2. Poi immaginati di sollevarti di 5-8 cm sopra il suolo. Rimani un po’ lì per adattarti al nuovo livello di frequenza.
  3. Mentre stai ancora “levitando” ti giri attentamente per guardare lo spazio dietro di te. Lavora alla percezione della qualità del nuovo spazio.
  4. Puoi anche girarti quattro volte di 90 gradi, una volta dopo l’altra, in modo da affacciarti a tutti e quattro i punti cardinali del cerchio per fare esperienze diverse del nuovo spazio della realtà.
  5. Quindi rimani nella tua pace interiore per un momento affinché la tua memoria cellulare possa ricordarsi dell’esperienza. Condividila telepaticamente con gli esseri tuoi compagni, siano essi elementari, animali o umani.

20.25 – 20.40 Secondo esercizio

La nuova Terra multidimensionale è così diversa che, senza un forte legame e un buon canale di comunicazione con il nostro essere elementare personale, rischiamo di perderci nelle nuove condizioni. L’essere elementare umano rappresenta una parte olografica (frattale) della coscienza di Gaia che risiede in ogni essere umano. Questo essere ha ereditato da Gaia la conoscenza necessaria per diventare un maestro del mondo elementare, capace di guidarci attraverso le sfide della transizione che conduce verso il nuovo spazio della realtà.

  1. La presenza dell’essere elementare personale ha il suo focus sull’asse fra la fine dello sterno e il muscolo del cuore. Trova il tuo punto d’accesso per l’esercizio lungo questo asse.
  2. Poi ti sposti nella tua immaginazione verso lo spazio dietro la schiena. Senza fermarti prosegui verso il posto che sta circa 20 cm sotto i tuoi piedi.
  3. Là si trova un portale inter-dimensionale che tu devi attraversare. Te lo puoi immaginare come una cruna dell’ago, come una mandorla oppure come una stella luminosa.
  4. Dopo aver attraversato il portale entri nel tuo corpo nel punto dove avevi iniziato il tuo viaggio.
  5. Magari ripeti l’esercizio alcune volte per fare amicizia con la tua nuova guida: una parte preziosa di te, di grande aiuto durante il tuo cammino dell’incarnazione.

20.40 – 20.50

Fai una pausa per digerire l’esperienza o per continuare a praticare l’esercizio. L’esercizio può anche essere usato per trattare problemi di salute personali. Per farlo devi indicare al tuo essere elementare personale la posizione del tuo problema; magari con il pollice e l’indice di una mano uniti tocchi alcune volte il punto corrispondente del tuo corpo.

20.50 – 21.05 Tema del covid 19 – prima parte

I virus sono i membri più piccoli dell’universo dei microorganismi. Proteggono la porta fra i mondi causali e incarnati, per assicurare che solo gli schemi che sono in sintonia con la matrice della vita possano entrare e incarnarsi.

Tre dei portali che portano nel mondo manifesto sono stati rotti, per permettere così la manipolazione del mondo incarnato su tutti i livelli: la cosa che stiamo sperimentando in questo momento nel nostro mondo. Di conseguenza il lavoro dei virus è stato invertito in maniera tale da diventare un orrore per la famiglia umana. Per prima cosa lavoreremo alla ricostruzione del portale  (porta) della spina dorsale.

  1. Stabilisci un contatto con il tuo essere elementare personale come descritto sopra.
  2. Poi dirigi la tua attenzione sulla parte superiore del coccige. In quella zona, fra le vertebre, si trova un triangolo orizzontale rosso che è la porta da dove le forze primordiali (del drago) entrano nel nostro corpo. La base di questo triangolo è stata rotta, rendendo così possibile la summenzionata manipolazione.
  3. Per ricreare il triangolo dobbiamo respirare attraverso di esso. Mentre respiri immaginati di condurre il tuo respiro verticalmente attraverso quel triangolo. Muoviti con il tuo respiro su e giù dal chakra più basso, sotto i piedi, al chakra più alto sopra la tua testa (fin dove arrivi con la mano).
  4. Diffondi la conoscenza del portale rinnovato sulla spina dorsale nella famiglia umana.

21.05 – 21.20 Il tema del covid 19 – seconda parte

Le altre due porte inter-dimensionali abusate tra il livello causale e quello incarnato sono situate nella regione della testa. Una si trova sulla parte posteriore della tua testa, laddove c’è il focus della connessione con gli antenati e i discendenti; l’altra è al centro della tua testa. Là viene fatto un uso distorto della facoltà del cervello umano di creare visioni, per fabbricare immaginazioni di non-senso e disordine (che dopo si manifesta).

  1. Immaginati un cerchio d’oro orizzontale, al livello di entrambe le porte situate intorno alla tua testa, che rappresenta la matrice della vita.
  2. Questa volta devi dirigere il tuo respiro in modo orizzontale attraverso questi due centri affinché la loro vera funzione possa essere rinnovata.
  3. Inala dal punto di fronte alla tua fronte, in modo tale che il flusso del tuo respiro possa scorrere all’indietro, verso il punto dietro al tuo cranio. Quindi dirigi il flusso della tua esalazione a destra e a sinistra lungo il cerchio d’oro, finché arrivi al punto davanti alla tua fronte. Comincia una nuova inalazione…
  4. Diffondi la conoscenza dei portali rinnovati sulla testa nella famiglia umana.

21.20 – 21.35 Il tema della rete per vita (LifeNet)

C’è bisogno della rete per la vita, perché non si possono trattare i cambiamenti climatici in corso e il risultante disorientamento all’interno della famiglia umana soltanto a livello razionale; nemmeno possono essere affrontati soltanto attraverso la pratica spirituale.

C’è bisogno anche della conoscenza dei sistemi geomantici della Terra, dei contatti con le evoluzioni parallele come quella elementare, ma in modo particolare c’è bisogno di un grande gruppo di persone che tengano un connessione profonda con Gaia, la creatrice dell’universo terrestre. Ci focalizziamo sulla questione di come portare avanti LifeNet in questa direzione, visto che la rete festeggia quest’anno i vent’anni della sua attività.

  1. Immaginati che noi, i collaboratori di questo laboratorio, stiano in cerchio intorno al globo materiale della Terra insieme ai nostri amici e agli esseri dei diversi regni della vita.
  2. Poi senti che la Terra materiale si apre come un fiore e ti immagini che un intero grappolo di sfere ne esca, alcune più, altre meno trasparenti.
  3. Ognuna di esse è la casa di una delle evoluzioni parallele che costituiscono l’universo della Terra – che include la nostra sfera del mondo manifesto con la famiglia umana, insieme a minerali, animali e piante.
  4. Che tipo di comunicazione e attività dobbiamo supportare o sviluppare affinché la Rete per la Vita (Lebensnetz) possa salvaguardare il Filo della Vita in modo tale che questo Filo non si rompa sotto la pressione delle circostanze di oggi?

21.35 Conclusione

Ci ringraziamo reciprocamente e ringraziamo i nostri ospiti dei mondi paralleli.

Rimani in contatto con LifeNet. Se non siete ancora sulla lista per ricevere le meditazioni/laboratori potete mandare il vostro indirizzo a meditations@lebensnetz-geomante.de

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *